Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Fare affari in Sudan

 

Fare affari in Sudan

L’indice Doing Business 2020, una pubblicazione del World Bank Group, è l’ultimo di una serie di studi annuali che misurano le normative che migliorano o limitano l'attività aziendale. L’indice presenta indicatori quantitativi sulle normative aziendali e sulla protezione dei diritti di proprietà che sono confrontati in 190 economie. Il Sudan si attesta al 171o posto su 190, con un punteggio totale di 44.8 in una scala da 0 a 100.

Il tempo necessario a una PMI per avviare un'attività ed operare formalmente in Sudan è di circa 34 giorni, con un costo totale equilvalente al 17.8% del reddito pro capite. La procedura che impiega più tempo è la registrazione alle autorità nazionali del lavoro, per un periodo di attesa di 14 giorni. Registrare una proprietà di un edificio o terreno già registrato è un procedimento rapido, ma presenta un problema generale di trasparenza e una mancanza di informazioni. Nonostante ciò, sono necessari solo 11 giorni per la registrazione agli enti locali, circa la metà della media regionale.

La costruzione di un edificio commerciale è un procedimento che impiega circa 255 giorni a completarsi. Il costo, calcolato in percentuale del valore dell’edificio, è del 2.6%. Nonostante alcune lacune, dovute alla mancanza di un’assicurazione stabilita per legge, il punteggio finale dell’indicatore suggerisce che il Sudan si attesti sopra la media regionale sub-sahariana. Per ottenere una connessione elettrica permanente per un magazzino di nuova costruzione, invece, servono circa 70 giorni. Esistono tuttavia problemi di gestione della rete, a causa d’interruzioni frequenti della corrente. La compagnia che si occupa dell’utenza è la Sudanese Electricity Distribution Company (SEDC), che si occupa della fornitura di trasformatori, cavi e strumenti necessari. Inoltre, è possibile pagare la bolletta online.

Il tasso di recupero per un creditore, a seguito di un procedimento di ristrutturazione, liquidazione o enforcement del debito è del 30,2%, in percentuale di centesimi di dollaro. Esistono diverse criticità riguardo al recupero crediti: sia creditori sia debitori preferiscono la liquidazione a un processo completo, essendo questi ultimi spesso in difficoltà nel pagare i propri debiti maturati; inoltre, la piattaforma di recupero delle insolvenze non ha una base legale forte, e questo permette a tutte le parti di bypassare la procedura tipica e accordarsi tra di loro.

Il tempo necessario per la risoluzione di una disputa commerciale, attraverso un giudizio di prima istanza da parte di una corte locale, è di circa 2 anni, lo stesso periodo necessario per un procedimento di insolvenza con il coinvolgimento di entità legali locali. In una scala da 0 a 18, che valuta la capacità di risoluzione delle controversie, il Sudan si colloca ad un punteggio di 4, a causa di una mancanza di piccole corti per le risoluzioni “fast-track”, per il difetto di non avere una piattaforma digitale e la penuria di giudici con le competenze adatte. Per contro, le risoluzioni alternative alle dispute sono molto frequenti in Sudan, specificatamente tramite la conciliazione delle parti con l’aiuto di un garante.

Per maggiori informazioni, consultare il Doing Business 2020 per il Sudan.

        


        


28