Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Aggiornamenti Coronavirus

Data:

30/03/2020


Aggiornamenti Coronavirus

30 marzo 2020

Nel quadro delle misure di contrasto alla pandemia, le autorità sudanesi hanno deciso per l'estensione del coprifuoco dalle ore 18.00 alle 06.00 a partire da domani, martedi 31 marzo, fino a data da destinarsi.

 

25 marzo 2020

L'Autorità dell'Aviazione Civile sudanese ha proclamato oggi una circolare tramite cui si stabilisce la chiusura dell'aeroporto internazionale di Khartoum e di tutti gli altri aeroporti domestici sudanesi fino al 23 aprile 2020 alle 23.59, fatta eccezione per voli dedicati all'assistenza umanitaria, al trasporto merci, all'assistenza medica, per atterraggi di emergenza e voli di rifornimento di carburante che non necessitano di discesa di passeggeri. Queste misure rientrano nel quadro delle precauzioni prese in Sudan nei giorni scorsi per lo stato di emergenza sanitario. 

 

24 marzo 2020

Nel quadro delle misure di contrasto all' epidemia COVIDー19, in Sudan è stato istituito un coprifuoco a livello nazionale a partire da martedì 24 marzo, dalle ore 20 alle 6 del mattino. Da giovedì 26 marzo inoltre saranno i trasporti pubblici su strada tra i diversi Stati del Paese.

 

23 marzo 2020

  • Il Ministero della Sanità dello stato di Khartoum ha attivato il numero di telefono +249 221 come parte del Centro per l'Emergenza Coronavirus nel proprio Dipartimento per le Epidemie. In caso di sospetto contagio, a questo numero è possibile parlare con operatori e dottori sia in lingua araba che in inglese. 

-----------------------------------

Si comunica inoltre che, fino al 17 Aprile, il Consiglio dell'Unione Europea ha approvato le misure restrittive per viaggi non essenziali verso lo Spazio Schengen proposte dalla Commissione. Queste misure comportano che per un mese non sarà consentito l’ingresso dall'esterno dell'Unione Europea a viaggiatori provenienti da Paesi Terzi.

Le restrizioni non si applicano ai cittadini degli Stati membri dell'Unione e degli Stati associati Schengen, così come ai loro familiari e a cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo o titolari di visti nazionali di lungo periodo. Le linee guida prevedono inoltre alcune eccezioni, ad esempio operatori sanitari o per assistenza agli anziani, frontalieri, personale dei trasporti, diplomatici e militari - tutte le persone che entrano in Italia restano comunque obbligate all’autoisolamento per 14 giorni successivi all'ingresso.

Per il testo della comunicazione della Commissione Europea, cliccare QUI.

 

19 marzo 2020

  • In deroga alla chiusura in atto, l'aeroporto di Khartoum riaprirà ai voli internazionali per 48 ore, a partire dal pomeriggio di oggi. Si invitano gli interessati a verificare con le compagnie aeree la disponibilita' di voli e le relative restrizioni. I cittadini italiani, al rientro, dovranno sottoporsi a quarantena volontaria in isolamento.
  • Nel quadro delle misure collegate all’emergenza COVID-19 si segnalano di seguito le nuove modalità con cui verranno erogati i servizi consolari a partire da domenica 22 marzo 2020:
    • Fino a nuovo avviso, non verranno fissati nuovi appuntamenti;
    • Il rilascio passaporti e l’erogazione dei servizi consolari continueranno ad essere garantiti esclusivamente in casi di comprovate e indifferibili situazioni di emergenza;
    • Si prega di evitare di recarsi presso la sede dell'Ambasciata se non strettamente necessario.

 

16 marzo 2020

Le autorità sudanesi hanno comunicato la decisione di chiudere tutti i confini aerei, marittimi e terrestri a partire dal 16 marzo 2020, per contenere l'emergenza COVID-19, fatta eccezione per il transito di aiuti umanitari.

La situazione è costantemente monitorata da questa Ambasciata in raccordo con l’Unità di Crisi della Farnesina.

Il Ministero degli Affari Esteri sudanese ha comunicato che, dal 17 marzo, sarà sospeso il rilascio dei certificati, autenticazioni e legalizzazioni di atti e firme. Il servizio rimarrà attivo solo per i casi di emergenza.

Per i cittadini che, su raccomandazione esplicita da parte del medico locale, avessero la necessità di effettuare il test possono contattare il "The international health laboratory" in Khartoum. l'indirizzo è Stack Laboratory, Army Ave, Al Khurtum, Sudan.

 

A seguito dell'annuncio ufficiale del Ministero Federale della Sanità sudanese sul primo caso di Coronavirus, sono stati diffusi numeri di telefono utili da chiamare in caso di sospetto contagio:

Omdurman:  +249 124950800
Khrartoum Nord (Bahri):  +249 127012876 - anche in lingua inglese
Numeri di emergenza sanitaria nazionali
+249 123390810
+249 123390994

 

Per informazioni sui Decreti dedicati alla situazione coronavirus in Italia, vedi QUI. 

Per ulteriori aggiornamenti si rinvia al sito www.viaggiaresicuri.it e alla pagina web della stessa Ambasciata d’Italia in Sudan. 


504